Luisa – “Grazie”

Luisa – “Grazie”

Luisa era nata in una famiglia molto povera. Mamma e papà avevano fatto moltissimi sacrifici per crescere lei e sua sorella: facevano due lavori fissi e quando c’era l’occasione sbrigavano qualche piccolo lavoretto anche nel weekend. Da quando erano nate le bambine si erano privati quasi di tutto pur di far crescere loro felici il più possibile. Luisa e sua sorella ben presto cominciarono a fare qualche piccolo lavoretto per aiutare la famiglia ma le cose non andarono meglio neanche così.
Perché proprio in quegli anni Luisa si diplomò e arrivò il momento di iscriversi all’università. Sebbene non avessero molti soldi i genitori di Luisa volevano che lei studiasse e avesse modo di avere una vita migliore di quella che avevano avuto loro.
Da parte sua Luisa era davvero brava a scuola e sognava un giorno di diventare diplomatico. All’ultimo anno del liceo vinse una borse di studio per la facoltà di Mediazione Internazionale, peccato però che l’università si trovava a Parigi e lei non avrebbe voluto gravare ancora sui suoi genitori.
Però quando loro seppero della borsa di studio non vollero sentire ragioni e la spinsero a partire.
Furono anni duri per tutta la famiglia: i sacrifici aumentarono, Luisa lavorava e studiava, senza mai riposare e i suoi genitori avevano aumentato gli sforzi e ridotto al minimo le spese.
Ma dopo 5 anni Luisa ce l’aveva fatta, si era laureata e avviava la sua carriera nel mondo della diplomazia.
Dieci anni dopo Luisa aveva realizzato il suo sogno: era un diplomatico. Per ringraziare i suoi genitori per tutti i sacrifici decise di far realizzare due anelli molto particolari: entrambi erano composti da un intricato disegno e solo quando erano vicini era possibile leggere la parola “Grazie”.

 

Hai anche tu un’ EXPERIENCE da raccontare e vuoi trasformarla in un gioiello personalizzato? Clicca qui e racconta a Claudio la tua storia.

No Comments

Post A Comment