Gianmarco – Un dolce sogno

Gianmarco – Un dolce sogno

Gianmarco amava i dolci. Gli piaceva mangiarli sì, ma ancora di più amava crearli. Passava ore nella sua cucina a testare le ricette tradizionali, provando spesso a migliorarle o a crearne di nuove.
Si divertiva moltissimo ad assemblare e decorare le sue dolci creazioni e adorava farle assaggiare alla sua famiglia, sempre più stupita dalle sue doti di pasticcere.
La passione per la pasticceria, infatti, era un affare di famiglia. Da piccolino, infatti, Gianmarco passava le giornate in casa di nonna Angela e, ogni giorno, i due si divertivano a creare merende sempre nuove. Quegli odori, quei dolci sapori e quelle sensazioni erano impresse per sempre nella mente e nel cuore di Gianmarco che, una volta diventato grande, aveva deciso di portare avanti l’eredità che la nonna gli aveva trasmesso: la passione per la pasticceria.
Prima dei programmi TV, era abbastanza insolito, per un ragazzino di un paesino di provincia, avere come obiettivo nella vita quello di diventare un pasticcere. Tuttavia, visto il suo grande talento, i genitori di Gianmarco decisero di assecondare il suo sogno e, con grande sorpresa del ragazzo, all’età di 18 anni gli regalarono un corso di pasticceria presso uno dei più grandi pasticceri di Parigi. Il corso sarebbe durato un anno e sarebbe stato un vero e proprio tirocinio nella pasticceria parigina.
Gianmarco era al settimo cielo e si impegnò tantissimo al fine di imparare il più possibile da quell’esperienza che gli avrebbe sicuramente aperto molte porte.
Gianmarco era un ragazzo tenace e la tenacia e l’impegno vengono sempre premiati. Infatti, dopo qualche mese, il grande pasticcere, essendosi accorto delle doti del ragazzo, gli chiese di lavorare al suo fianco. Da lì a pochi anni, Gianmarco sarebbe talmente migliorato che il pasticcere gli chiese di dirigere una filiale della sua pasticceria a Milano.
Tornato in Italia, Gianmarco decise di farsi realizzare una collana con un ciondolo che gli ricordasse per sempre quanto una passione, se ben indirizzata, può permettere ai nostri sogni di realizzarsi: il ciondolo era una piccola sac à poche.

 

Hai anche tu un’ EXPERIENCE da raccontare e vuoi trasformarla in un gioiello personalizzato? Clicca qui e racconta a Claudio la tua storia.

No Comments

Post A Comment