Serena – Era Max! Era tornato!

Serena – Era Max! Era tornato!

Serena aveva 11 anni quando Max, il suo bastardino bianco a macchie crema, era venuto a mancare. I suoi genitori lo avevano preso quando lei era nata perché volevano che crescesse con un compagno di giochi e così era stato.
Dal primo giorno, entrambi cuccioli, si erano legati talmente tanto che nessuno poteva più separarli. Facevano tutto insieme e Max era iperprotettivo con lei: ringhiava quando i genitori la sgridavano, le raccoglieva gli oggetti che lei, spesso solo per divertimento faceva cadere, la aiutava a rialzarsi quando cadeva…
Che belli che erano stati quegli undici anni ma poi all’improvviso una brutta malattia aveva portato via Max e Serena era rimasta straziata da un dolore indescrivibile.
Non riusciva a farsene una ragione e continuava a piangere disperata.
I genitori un giorno le proposero di prendere un altro cane ma Serena rifiutò e si arrabbiò moltissimo. Nessun altro avrebbe mai potuto sostituire Max e i genitori erano senza cuore a pensare di poter trovare un altro cane e dimenticarsi così all’improvviso del suo amico.
I mesi passavano e il vuoto si faceva sempre più profondo. Nonostante ciò, Serena stava pian piano riprendendo la sua vita e l’arrivo dell’estate sembrava portare un po’di luce.
Arrivò il momento delle vacanze e Serena, mamma e papà si preparava per andare al mare. Era così emozionata ma anche così triste perché quella sarebbe stata la prima estate senza il suo amico a quattro zampe.
Mentre era in macchina e guardava fuori dal finestrino immersa nei suoi pensieri suo padre frenò bruscamente. Infatti, sulla strada c’era un cucciolo abbandonato e solo con quella brusca frenata era riuscito ad evitarlo.
Ma lo stupore di Serena fu grandissimo quando vide il cagnolino: era un bastardino bianco a macchie crema. Era Max! Era tornato!
Serena sapeva benissimo che non era possibile ma era anche convinta che da lassù il suo vecchio amico avesse voluto mandarle un messaggio.
Presero il cane e da quel momento Max junior diventò parte della famiglia.
Il papà di serena mi ha chiesto di realizzare per loro 4 dei ciondoli a forma di zampa con inciso il nome Max.

 

Hai anche tu un’ EXPERIENCE da raccontare e vuoi trasformarla in un gioiello personalizzato? Clicca qui e racconta a Claudio la tua storia.

No Comments

Post A Comment